6^ CAMPIONATO PROMOZIONE: BRIGA 0 – 3 ARONA CALCIO

Arona Calcio, avanti tutta!

Compatta e determinata, l’Arona non si fa intimorire sul campo di un Briga in cerca di riscatto e punti. I padroni di casa resistono solo un tempo, la svolta al terzo minuto della ripresa: Mudouni impatta malamente su Falconelli ed entrambi vengono espulsi per reciproche scorrettezze. È l’Arona ora a trovare più spazi di manovra con uno scatenato Vergadoro che al 10″ segna su passaggio di N’Tiri e si procura un rigore che l’arbitro fa ritirare ravvisando una invasione: goal di Gjoka e 0-2. Tocca al neo entrato Lipari chiudere definitivamente il match con un perfetto assist per Tinaglia che insacca alle spalle di Pozzato.

Secondo posto in classifica e morale altissimo per il tour de force dei ragazzi di Mister Rampi: mercoledì sera l’Arona incontra l’Accademia Borgomanero per il secondo turno di Coppa Italia.

Questo l’articolo completo sulla partita, estratto dal “Corriere di Novara” di lunedì 17 Ottobre (© Daniele Bagnati):

BRIGA 0
ARONA CALCIO 3

BRIGA: Pozzato, Rocca, Fornara, Corvino, Gallo, Serao, Chiappini (26′ st Honcea), Coscia (34′ st Penariol), Briola, Torraco (29′ st Sagir), Midouni.
All.: Fornara.

ARONA: Falconelli, Bergantin, De Giorgi F., Degiorgi D. ( 4′ st Cavadini). Romano, Soit, Tinaglia (37′ st Notte), Mainini, Vergadoro (20′ st Lipari), Gjoka, N’tiri Opoku.
AII.: Rampi.

MARCATORI: 10′ st Vergadoro; 18′ st Gjoka su calcio di rigore; 31′ st Tinaglia.

ARBITRO: Catto di Biella.

Sorride l’Arona di Cesare Rampi capace di imporsi sul campo di Briga per 3-0. Umore opposto per la compagine di Fornara che registra la quarta sconfitta casalinga in altrettante gare giocate davanti al proprio pubblico. Il primo sussulto del match al terzo minuto: punizione di Gjoka dal limite dell’area e palla che termina alta sopra la traversa. Dopo cinque minuti sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi con Daniele Degiorgi ma anche in questo caso il tiro non inquadra lo specchio della porta. Briga vicino al gol al 10′: tiro-cross dalla sinistra di Coscia che costringe Falconelli alla deviazione in calcio d’angolo. Dopo una fase di sostanziale equilibrio Gjoka con una conclusione dai venti metri prova a scuotere i suoi. Il tiro è potente ma mal calibrato e termina alto sopra la traversa. Al 40′ in azione di contropiede si rende pericolosa l’Arona: assist di Vergadoro per l’accorrente Daniele Degiorgi che calcia di prima intenzione costringendo Pezzato agli straordinari. Un minuto dopo sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi da calcio piazzato ma la punizione di Gjoka termina di poco a lato alla destra dell’estremo di casa. Nella ripresa dopo un solo minuto bello scambio tra Fornara e Corvino con la conclusione di quest’ultimo che costringe Falconelli alla parata a terra. Al 3′ vivace scambio di opinioni tra Midouni e Falconelli: il signor Catto di Biella non ha dubbi ed espelle giustamente entrambi i giocatori. Al 10′ si sblocca la situazione: Opuku lancia Verga­doro che entrato in area trafigge con un preciso tiro Pozzato per l’1-0 ospite. La reazione del Briga è immediata e capita sui piedi di Fornara che costringe il neo­entrato Cavadini alla parata a terra. Al 18′ Vergadoro lanciato a rete viene atterrato in piena area di rigore da Gallo. Anche in questa occasione il direttore di gara non ha dubbi ed assegna il calcio di rigore. Dagli undici me­tri si presenta Gjoka che batte Pezzato. L’arbitro però ravvede un’irregolarità e fa ripetere il tiro dal dischetto: il fantasista ospite rimane freddo e trasforma. Alla mezz’ora Arona vicina al tris con Opuku, il portiere di casa è provvidenziale e respinge. Un minuto dopo, però il 3-0 è realtà lancio semplicemente illuminante di Lipari per Tinaglia che con un preciso diagonale supera Pozzato per il definitivo 3-0 ospite.

© Daniele Bagnati